Miglior Smartphone Android sotto i 200 euro

MOTOG4-recensioneI prezzi degli smartphone sono notevolmente calati e se prima per avere un dispositivo ultra veloce dovevamo spendere 400-500 euro, ora le cose sono cambiate. Nel 2015 200 euro sono sufficienti per acquistare uno smartphone di fascia alta ed oggi vedremo quale è il migliore sotto questa soglia.

Dopo ripetute ricerche il vincitore è stato Motorola Moto G versione 2014 con lo schermo da 5 pollici. Si tratta della versione migliorata del precedente modello, con schermo più grande e fotocamera con maggiori Megapixel. Ma andiamo a vederlo nei dettagli, prima però le caratteristiche:

Display: 5” Lcd Ips 1.280 x 720 pixel (295 ppi) • Chipset: Qualcomm Snapdragon 400
MSM8226, quad core 1,2 GHz • Memoria (Gbyte): 1 • Storage interno (Gbyte): 8 • Slot
di espansione: micro Sd (fino a 32 GB) • Fotocamera post.: 8 Mpixel (CON FUNZIONE HDR), flash, autofocus, geotag, Hdr • Fotocamera ant.: 2 Mpixel • Apparato radio: 2G/3G quad-band, Hspa
21/5,76 Mbps • Connettività: Wi-Fi 802.11bgn, Bluetooth 4.0, Usb 2.0 con Otg •
Sensori: Accelerometro, giroscopio, bussola, luminosità, prossimità • Gps integrato:
l • Radio Fm: l • Batteria (mAh): 2.070 • Dimensioni (mm): 141,5 x 70,7 x 11 • Peso
(g): 149 • Sistema operativo: Android 4.4.4 (aggiornabile ad Android 5).

Rispetto al precedente modello i cambiamenti come detto sono evidenti: schermo (display Gorilla Glass 3) da 5” 295 ppi con risoluzione di 1.280 x 720 pixel,  per un solo cm in più in lunghezza e 5 mm in larghezza, con una contestuale identica riduzione dello spessore. Calcolate che il il Sony Xperia M2 , della stessa fascia di prezzo, offre solo uno schermo con risoluzione 480 x 800.

La piattaforma hardware è la collaudata Qualcomm Snapdragon 400 presente anche sul modello dello
scorso anno; soluzione Cortex A7 quad core da 1,2 GHz che non viene praticamente mai messa in difficoltà durante l’uso quotidiano. Unico limite sempre 1 GB di Ram, magari ne preferivamo 2, ma la mancanza nn sembra farsi sentire.

Il modello integra una memoria di 8 Gbyte che, rimuovendo uno dei pochi difetti del modello 2013, risulta
espandibile tramite scheda micro Sd. Anche la fotocamera posteriore è stata migliorata; il sensore è da 8 Mpixel e ha una buona resa cromatica e una velocità più che adeguata in ogni situazione.
Altra particolarità è il supporto nativo alla doppia Sim card, che Android 4.4.4 preinstallato (ma il 5.0 è in arrivo e già presente sui alcuni modelli) supporta egregiamente. È possibile ricevere chiamate mentre si utilizzano i dati e gestire in maniera dettagliata una serie di eventi in modo da personalizzare al
massimo la funzionalità. Ottimo il comparto audio, con due speaker frontali stereo di buona fattura e la presenza della radio Fm.

Purtroppo manca il 4G, la connettività si limita al 3G. Il software non risente quasi di alcuna personalizzazione da parte di Motorola tranne che per alcune applicazioni in effetti molto utili.
Assist permette, al verificarsi di determinati eventi scaturiti dal calendario o dal Gps, di impostare e configurare il telefono di conseguenza, modificando le preferenze su suoneria e connessione di rete a seconda delle esigenze, mentre Migrate consente di trasferire i dati multimediali dal vecchio al nuovo telefono in pochi tocchi. La batteria integrata da 2.070 mAh svolge in maniera sufficiente il proprio compito, portando senza difficoltà a sera il dispositivo, anche con un uso piuttosto intenso.

Motorola Moto G edizione 2014 costa 199 euro di listino ma lo trovate a meno in in offerta su Amazon

La Recensione della Go Pro 4 nuova Action Cam

goproGoPro è stata la prima ad inventare una “action cam” ovvero telecamere per sportivi e persone d’azione. Queste videocamere sono resistenti all’acqua, agli agenti esterni e agli urti. Hanno dimensioni ridottissime, focale fissa, peso contenuto, una lente grandangolare molto ampia (circa 170°) e la custodia impermeabile. Gli ultimi modelli di punta sono Hero 4 Black e Hero 4 Silver.

Rispetto al passato, i cambiamenti più sostanziali si registrano nell’elettronica interna: Hero 4 Black è tra le prime videocamere capaci di filmare fino 30 fotogrammi per secondo in modalità 4K (Silver si ferma invece a 15 fps). Il modello Silver dispone di un display posteriore, mentre per Black è un optional venduto separatamente. Più avanti vedremo la recensione.

Piccoli aggiustamenti strutturali hanno reso la nuova Black più funzionale, soprattutto intorno al vano della batteria, più facile da estrarre e sostituire.
Nel complesso, le Hero 4 si confermano essere buoni prodotti, anche se la concorrenza si è fatta più agguerrita, con Sony e Panasonic che hanno immesso sul mercato alcune action cam di qualità simile.
Oltre ai due modelli di punta, GoPro ha presentato anche Hero, modello entry-level, interessante soprattutto per chi è attento al portafoglio (costa 125 euro): anche se le caratteristiche sono da apparecchio di fascia medio-bassa (filmati solo in Full HD a 30 fps e foto a una risoluzione di 5 Mpixel), i test di laboratorio confermano che si tratta di un prodotto discreto.

GoPro vende le proprie videocamere in diversi kit: ad esempio, c’è l’edizione Surf, con attacchi appositi per tavole da surf, o la Music Edition, che non include la custodia impermeabile ma un’altra che
permette di registrare meglio la musica. I prezzi riportati sono uguali per tutti i kit. La versione standard include un numero limitato di accessori, tra i quali spicca la custodia impermeabile, garantita
fino a 40 metri di profondità.

Recensione

Durata batteria: purtroppo, la durata della batteria di GoPro continua a deludere, ma la maggior parte delle altre batterie della fotocamere sul mercato non sono meglio. E’ da 1,160mAh, GoPro sostiene che la Hero4 ha un’autonomia di 1 ora e 40 minuti in registrazione. E almeno è rimovibile, in modo da poter portare un ricambio e sostituirla. Non sorprende che, mantenendo lo schermo acceso, ciò ha avuto un effetto negativo sulla durata della batteria .

Prestazioni: nei test, La Silver Hero4 ha presentato un enorme miglioramento rispetto alla Hero3 + Silver Edition. All’esterno si presenta come una Hero3 + Black Edition rimarchiata anche perchè impiega un sensore simile (se non identico) da 12 megapixel. E registra nelle stesse risoluzioni, tra cui 4K a 15 fps; 2.7K a 30 e 24 fps; 1440P a 48, 30, e 24 fps; 1080p a 60, 48, 30, e 24 fps; 960p a 100 e 60 fps; e 720p a 120, 60, e 30 fps. Tuttavia, la Silver Hero4 ha una nuova modalità di ripresa che registra video a intervalli di cinque, 10, 30, e 60 secondi. Inoltre, il nuovo Hero4 argento ha un ambiente notturno per scattare immagini fisse migliori in condizioni di scarsa luce.