La permuta delle stampanti conviene?

Spesso per motivi legati allo studio o al lavoro si ha bisogno di stampare dei documenti che sono presenti nella memoria del Pc e generalmente si usano fogli di formato A4. Il costo di una stampante nuova varia in base alla marca, al modello e alle sue caratteristiche tecniche.

Caratteristiche delle stampanti usate

La stampante è uno strumento che permette di riprodurre su carta le informazioni e i dati che sono contenuti all’interno della memoria di un computer; esistono inoltre stampanti monocromatiche, vale a dire che utilizzano un solo colore di scrittura, in genere il nero e apparecchi che invece possono usare anche altri colori ad esempio il blu ciano, il rosso magenta e il giallo. La stampante è generalmente collegata al computer tramite un cavo ma può essere anche wi fi. Esistono diversi modelli di stampanti ma hanno tutti gli stessi parametri e sono illustrati nell’elenco che segue.

 

  • Formato della carta che comprende la dimensione dei fogli e il loro spessore. Il formato più usato è quello A4, ma alcuni particolari modelli possono usare anche il formato A2, A3 ecc.
  • Interfaccia, vale a dire il collegamento con il pc, ad esempio seriale, USB, bluetooth ecc.
  • Numero di colori primari, esistono le monocromatiche, le tricromatiche,  le quadricromatiche e le esacromatiche.
  • La risoluzione massima, vale a dire la quantità di punti che possono essere riprodotti su un foglio per unità di lunghezza. La risoluzione massima si esprime in punti per pollice.
  • Tempo per la prima stampa, vale a dire il periodo di tempo che trascorre tra l’invio delle informazioni e l’inizio della stampa.
  • Velocità, vale a dire il numero di pagine che si possono stampare in sessanta secondi. Si tratta di un parametro variabile che può dipendere anche dalla tipologia di stampa che si desidera, ad esempio se è a colori o in bianco e nero.

Permutare le stampanti

Ci sono molti siti internet attraverso i quali è possibile acquistare stampanti usate ad ottimi prezzi e in perfette condizioni. Esistono anche dei siti, come permute.it, che si occupano della permuta di stampanti usate, vale a dire lo scambio di una stampante con un qualsiasi altro oggetto, che non deve necessariamente appartenere al mondo informatico, ad esempio si può scambiare una stampante con un cellulare. Questo sistema di compravendita, permette di avere ciò di cui si ha bisogno senza spendere del denaro inutilmente!

Le migliori App Gratuite per conoscere Ragazze

chatI siti di dating online generano un business da milioni di euro ogni anno. I più famosi li conosciamo tutti: si va da Match.com, molto utilizzato in Usa a Meetic, realizzato da un’azienda francese ma presente anche in tutti gli altri paesi. L’unica pecca è che per accedervi bisogna pagare. Ci sono però diverse “app” da installare su smartphone e tablet per conoscere ragazze e ragazzi che non richiedono pagamento di entrata. O meglio, sono gratuite fin tanto che utilizzate un servizio basico, se volete poi implementare delle migliorie, avere dei bonus dovete spendere del denaro. Diamo un’occhiata alle migliori chat o siti di dating online attualmente gratuiti.

Loveaholics: chat emergente, molto in voga per incontri clandestini. Usando questo link potete registrarvi gratuitamente ed ottenere un free pass per 3 giorni, se volete proseguire dovete pagare, ma potete iniziare a chattare da subito.

Badoo: presente da tantissimi anni ci si può connettere via web con pc o tramite app. E’ gratuita ma per chattare con alcune persone, quelle più messaggiate, dovete acquistare dei crediti. Potete cercare per vicinanza, città, gusti personali ecc. Ragazze e Ragazzi da tutto il mondo.

Lovoo: da poco arrivata sugli smartphone. Il radar live vi permette di controllare chi è vicino a voi, nella vostra città o quartiere. E’ gratuita ma anche in questo caso per accedere ad alcune informazioni, ad esempio vedere chi vi ha visitato a chi possiate piacere, dovete pagare. Guadagnate dei crediti se vi collegate giornalmente.

WeChat: una via di mezzo fra una chat e what’s app. Anche in questo potete chattare con sconosciuti geolocalizzati vicino a voi, al massimo 40 utenti.

OkCupid: frequentata da persone un po’ più “adulte” è poco conosciuta in Italia, di più all’estero. E’gratuita e trovate ragazze e ragazzi un po’ più “acculturate”. Vi viene chiesto di compilare un questionario che va dallo stile di vita ai gusti sessuali. Il match vi da la percentuale di affinità.

Nirvam: nato per il web ha ora anche l’app per smartphone. Per le donne è gratuito ma gli uomini hanno 3 giorni a disposizione gratuiti per chattare e vedere i profili divisi per città, età e nazionalità.

Chatta: arrivata da poco nel panorama dei dating online è molto semplice ed immediata. Permette di chiacchierare in maniera gratuita ma è affollata di finti profili.

Tinder: molto utilizzata dau gay e dai viaggiatori che desiderano fare conoscenza in posti in cui si trovano per lavoro o vacanza. E’ facilissima, il programma vi geotagga e scopre chi è vicino. Vi propone una foto, se vi piace potete iniziare a chattare.

Hard Disk portatile per Tablet Lacie Fuel

laciefuelLo spazio di storage dei tablet e cellulari è spesso ridotto. L’uso di micro Sd aiuta, nei prodotti in cui sono previsti slot per tali memorie, ma non offrono la capacità ad esempio di un Hard disk esterno da 1 Tera. Per questo Lacie ha presentato un Hard disk portatile con connessione wireless e Usb che funziona con qualsiasi prodotto, compresi tablet, notebook e smartphone.

Il dispositivo permette anche, tramite una sua applicazione, di supportare formati altrimenti di difficile “digestione” da parte dei sistemi operativi mobile più diffusi ecco che i punti a favore crescono sempre di più.

Lacie FUEL è un disco da 1 Tbyte di nuova generazione caratterizzato da forme e materiali davvero interessanti e che apre le porte a un utilizzo creativo del classico disco esterno. Il prodotto si basa su un disco da 2,5 pollici interno, che dona una forma quadrata e dimensioni nel complesso ridotte ed è costruito in materiale plastico di grande qualità con parti in gomma, in modo da poter reggere e assorbire sia i piccoli urti sia l’utilizzo mobile a cui è normalmente destinato.

La connessione con l’esterno avviene in due modi, attraverso un connettore Usb 3.0 (che garantisce trasferimenti vicini ai 100 Mbyte/s) e via wireless facendo da access point (e da ponte) per dispositivi mobile. Quest’ultima modalità permette, una volta acceso con un semplice pulsante posto su di un lato (e attesi una decina di secondi per il caricamento) di associare il proprio dispositivo alle rete creata dal Lacie Fuel, potendo accedere attraverso un’applicazione presente sia sull’Apple Store sia sul Play Store di Google (Seagate Media – mostrando
chiaramente i risultati della nuova collaborazione tra Lacie e Seagate) ai contenuti del disco.

L’interfaccia è semplice e ben studiata ed è possibile navigare nelle cartelle predefinite di video, musica e immagini, che contengono tutti i file di quel tipo presenti sull’intero disco, grazie a una costante indicizzazione; oppure esplorare il contenuto del prodotto direttamente per cartella. La riproduzioni dei contenuti è ottima, il player
integrato è in grado di riprodurre senza problemi anche i formati più difficili (mkv a 1080p sono visibili, solo la navigazione nel filmato risulta un po’ lenta).

Interessanti due opzioni aggiuntive proprie di questo prodotto: la wireless passante e la sincronia con Dropbox. La prima opzione permette di connettere il Lacie Fuel a una rete wireless esterna (magari quella domestica o quella dell’ufficio), in modo da replicare la connessione al dispositivo mobile che resta connesso ad esso. In questo modo un tablet collegato al Fuel può vedere sia i contenuti presenti sia navigare in rete utilizzando il prodotto Lacie come semplice ponte. La seconda opzione permette invece di accedere al proprio account Dropbox direttamente dal menu del dispositivo, mantenendo sincronizzato il proprio account sul disco in questione, accedendo ai contenuti ovunque ci si trovi.

Il produttore dichiara circa 10 ore di utilizzo continuativo prima di dover ricaricare l’hard disk