Hd che si connettono ad Internet per lo Streaming Video

wd my cloudCome avere sempre il proprio hard disk a portata di mano? Come poter recuperare qualsiasi file a distanza, via Internet tramite smartphone, tablet o pc? Grazie a WD My Cloud. Si tratta di un prodotto innovativo della Western Digital. E’ un hard disk da 2-3 o 4 Terabyte che si connette ad Internet tramite router attraverso la porta Ethernet.

Archiviando i vostri file su My Cloud avete la possibilità di avere il vostro archivio sempre a disposizione ma, trattandosi di un hard disk posto nella vostra casa o nel vostro ufficio, non può garantire il livello di sicurezza dei servizi esterni (ad esempio Dropbox o Google Drive) ; se ad esempio doveste subire un furto, tutti i vostri file sarebbero persi con il dispositivo. In compenso offre servizi di condivisione personalizzati davvero interessanti. Infatti, oltre alla semplice memorizzazione di file, My Cloud funge anche da centro d’intrattenimento digitale in grado di effettuare lo streaming di contenuti da qualsiasi dispositivo certificato DLNA. Potete quindi vedere i film che avete nel vostro hard disk anche a distanza.

È inoltre possibile utilizzare My Cloud per il backup del PC utilizzando la soluzione integrata di backup per Windows, WD SmartWare. Per gli utenti Mac, My Cloud è compatibile con l’utility Time Machine di Apple. My Cloud è disponibile nelle configurazioni da 2 e da 4 terabyte. E se lo spazio non vi basta ancora, potete collegare un
disco esterno al My Cloud tramite la porta USB 3.0.

L’aspetto più interessante di questo sistema è la disponibilità di app per i sistemi Android e iOS. Tramite le app è possibile accedere all’archivio e, come detto, riprodurre in streaming i contenuti multimediali. Questi ovviamente devono essere compatibili con le specifiche del device mobile.

Il sistema di gestione è semplice e ben collaudato: una volta che avrete “riempito” il vostro My Cloud con i vostri file, potete agganciare tutti i vostri device tramite il pannello di controllo che provvede a generare un codice univoco per ognuno di essi. Una volta generato il codice, non vi rimane che avviare la app sul dispositivo e inserire il codice appena creato. I codici generati devono essere validati sul dispositivo entro 48 ore.

Oltre a voi stessi, potete anche autorizzare una serie di utenti ad accedere al vostro cloud personale, scegliendo per ognuno di essi in quale cartella può guardare e quali azioni può compiere. Una volta creato l’account, dovrete seguire la stessa procedura per creare i codici univoci da trasmettere all’utente per abilitare il proprio device. Le applicazioni
dispongono anche dell’integrazione con i servizi cloud di Dropbox, Google Drive e SkyDrive. Ciò significa che
potete trasferire i file tra il vostro dispositivo cloud personale e i servizi di cloud storage.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s