Router Portatile per creare connessioni WIFI tramite Sim 4G

netgearrouter4gCapita spesso di voler condividere una connessione wifi con un segnale che proviene dal nostro cellulare, magari di tipo 4G. Come fare in questi casi? Dobbiamo dotarci di un mini router portatile in cui inserire la nostra scheda Sim. A questo punto siamo pronti per condividere la nostra connessione.

Uno dei migliori router è senza dubbio l’Aircard Netgear AC762S. Una volta inserita la Sim card nell’interno del dispositivo è possibile collegarsi alle reti 4G o 3G e disporre di un collegamento Internet dalla velocità massima di 100 Mbps in download e di 50 Mbps in upload.

Ovviamente è garantita anche la compatibilità con le reti 2G e 3G, per potersi collegare anche dove non ne è disponibile una Lte. L’Aircard AC762S integra un access point Wi- Fi 802.11b/g/n che permette a fino 10 dispositivi, come smartphone, tablet (Ipad ecc) o computer portatili, di collegarsi contemporaneamente ad Internet, condividendo la stessa connessione.

Grande poco più di una carta di credito e con uno spessore di circa 15 mm l’Aircard integra una batteria ricaricabile dall’autonomia di diverse ore, e dispone anche di un display Lcd dalla diagonale di 1,7” che permette di tenere sotto controllo in ogni momento, fra l’altro, lo stato della connessione, quali dispositivi sono collegati all’hot spot e il volume di dati consumato.

Uno slot per schede di memoria micro SD consente inoltre di sfruttare l’Aircard come un mini Nas, per condividere fino a 32 Gbyte di spazio di archiviazione fra i dispositivi connessi. L’hotspot Lte di Netgear è preconfigurato con le impostazioni dei vari operatori e non richiede l’intervento dell’utente. Una volta attivo è comunque possibile impostare le varie funzioni tramite una pratica interfaccia Web, oppure utilizzando delle speciali app per sistemi iOS ed Android. Anche il collegamento dei client può avvenire in modo estremamente semplice e veloce, grazie alla funzione Wps che richiede la semplice pressione di un pulsante per stabilire la connessione.

Advertisements

MiVue M350 Action Cam Recensione

mivueMio, marchio di proprietà di Mitac, entra nel mercato delle action cam con la MiVue M350, un modello caratterizzato dalla forma cilindrica e completamente impermeabile senza dover ricorrere a gusci o custodie particolari. Dotata di un sensore da 1/3,2” con una risoluzione di 5 megapixel, la MiVue M350 è in grado di registrare video Full HD con una cadenza di 30 fotogrammi al secondo per circa due ore, che è
l’autonomia massima dichiarata della sua batteria ricaricabile.

La certificazione IPX8 consente invece di immergere la telecamera fino a una profondità di 3 metri, ma l’impermeabilizzazione è garantita in questo caso per un’ora. Nessun problema invece per l’uso in condizioni
critiche, come sotto la pioggia intensa oppure in un clima
particolarmente caldo o gelido.

La MiVue M350 è infatti in grado di resistere alle intemperie, e può funzionare con temperature comprese fra i -10 e i +60 gradi centigradi. I filmati vengono acquisiti nel formato Mov con compressione H.264, e vengono memorizzati in una memoria micro SD da inserire nell’apposito slot, che può ospitare una scheda dalla capacità massima
di 32 Gbyte.

Grazie al suo peso di appena 130 grammi e alla sua forma sottile (bullet) ben si mimetizza anche per riprese di videosorveglianza.

In una nicchia dominata dalla Go Pro 3 la Mio potrebbe rappresentare una valida alternativa, anche un po’ più economica.

Connettere Chiavette Usb a Ipad e dispositivi senza porte

sd-WirelessUSBDriveCome poter utilizzare delle chiavette non è presente una porta Usb sul proprio smartphone o Tablet (ad esempio Ipad). ? Ci ha pensato SanDisk che ha prodotto dei drive della serie SanDisk Connect che integrano infatti un’interfaccia Wi-Fi che trasforma i dispositivi in access point e che permette di condividere la memoria flash di cui sono dotati.

I modelli disponibili sono due: SanDisk Connect Wireless Flash Drive e SanDisk Connect Wireless Media Drive. Il primo è il modello più piccolo, che ricorda una normale chiavetta Usb. È disponibile nelle versioni da 16 o 32 Gbyte di memoria, forniti da schede microSD, e permette il collegamento contemporaneo di 8 sistemi client e la trasmissione di tre flussi video in streaming.

La batteria offre un’autonomia dichiarata di circa 4 ore, e può essere ricaricata tramite una qualsiasi interfaccia Usb, estraendo il connettore a scomparsa integrato. Il Wireless Media Drive è invece leggermente più grande e supporta sempre il collegamento di 8 client ma fino a cinque streaming video contemporanei.

È disponibile con 32 o 64 Gbyte di memoria, ulteriormente espandibili tramite uno slot per schede SDHC/XC, e dispone di una batteria con capacità doppia, dall’autonomia di circa otto ore. Questo modello non dispone di un connettore Usb integrato, ma è necessario ricorrere a un cavetto di collegamento per ricaricare le sue batterie. In entrambi i casi è possibile accedere ai contenuti del drive wireless tramite un qualsiasi browser Web oppure utilizzando le apposite app per i dispositivi mobili basati su Android o iOs.

Per i formati video non supportati dal sistema operativo utilizzato, in particolare per gli “schizzinosi” dispositivi Apple, è possibile ricorrere ad app di terze parti (che consentono di accedere direttamente ai drive SanDisk Connect e di riprodurre in streaming anche i formati ufficialmente non compatibili.

Come localizzare un Notebook rubato

laptoprubatoSmartphone, tablet e notebook sono in assoluto una delle categorie di prodotti a maggior rischio di furto. Ne sanno qualcosa le migliaia di persone che ogni giorno se li vedono sottrarre . A queste si aggiungono tutti quelli un po’ troppo sbadati che li dimenticano sul tavolo del ristorante, in ufficio o in qualunque altro luogo dove, ovviamente, non potranno essere più ritrovati. Per gli smartphone esistono diversi strumenti per rintracciarli. Su alcuni dispositivi, come quelli prodotti da Apple e HTC, la possibilità di rintracciarli è integrata dal produttore stesso. Inoltre, sono numerose le app presenti sugli store ufficiali che permettono analoghi servizi di tracciamento inviando un alert di allarme wireless.

Sono, invece, molto limitate le possibilità di proteggere allo stesso modo un PC portatile. Infatti, solo pochissimi modelli di
notebook offrono un software di tracciamento. Quindi, se ne abbiamo uno e vogliamo dotarlo di uno strumento che possa aiutarci a ritrovarlo in caso di furto o, quantomeno, proteggere i dati che conserva, dobbiamo ricorrere a un software di terze parti.

Localizzare il notebook rubato
Proprio come i servizi di tracciamento dedicati agli smartphone, anche quelli per i notebook richiedono la configurazione di un account e l’installazione del software sulla macchina da proteggere. Solo cosi in caso di smarrimento sarà possibile coliegarsi al notebook da remoto e richiedere l’invio della posizione, inoltrare il comando di blocco o far scattare l’allarme.

Queste operazioni richiedono che il PC portatile sia acceso e collegato a Internet, ecco perché bisogna essere consapevoli che è più difficile recuperare un notebook piuttosto che uno smartphone.Tentare comunque non nuoce, e visto che possiamo utilizzare un software gratuito, c’è solo da guadagnare.

Disponìbile per Windows, iOS, Android e Linux, Prey Project è un servizio di tracciamento per proteggere fino
a 3 dispositivi. Una volta installato il software sul nostro portatile e configurato l’account, l’accesso al pannello di controllo sul sito ufficiale ci consente di tracciare il dispositivo, far scattare un allarme, proteggere i dati bloccando l’accesso al computer e catturare immagini dalla Webcam. Poiché tutto ciò è possibile solo in presenza di una connessione Internet, il modulo Wi-Fi auto-connect di Prey si occuperà di collegare automaticamente il portatile a un qualsiasi hotspot Con un po’ di fortuna, in caso di furto o smarrimento grazie a Prey riusciremo a ritrovare il nostro amato notebook.

Velocizzare l’HARD DISK con Sandisk Ready Cache SSD da 32 Gb

readycacheI dischi fissi allo stato solido hanno migliorato la velocità con cui i portatili si avviano e gestiscono i dati. Sui PC desktop più datati, però, non sempre è facile aggiungere un disco fisso di questo genere. I motivi sono molteplici, ma spesso riguardano il costo assai elevato di tali unità. ReadyCache di Sandisk è una soluzione comoda, economica e facilissima da installare.

Il punto di forza delle unità allo stato solido risiede nella maggiore velocità con cui sono in grado di leggere i nostri dati. Rispetto a un comune disco fisso meccanico, infatti, possiamo richiamare i file più utilizzati dal sistema operativo molto più rapidamente, cosi da incrementarne le prestazioni. Questo è esattamente il compito di SanDisk ReadyCache: un piccolo dispositivo che contiene una memoria allo stato solido di 32 Gb, in grado di memorizzare e leggere tutti i documenti che Windows sfrutta con maggiore frequenza.

Installare ReadyCache è davvero semplice: basta aprire il case del PC, posizionare il dispositivo in un alloggiamento dedicato ai dischi fissi, collegare il connettore SATA e quello dell’alimentazione, quindi accendere il computer. A questo punto non resta che installare il software di gestione, che permette alla piccola periferica di riconoscere i file più utilizzati da Windows, così da memorizzarli al suo interno. In questo modo il processo di lettura diventa immediato e la velocità del PC aumenta.

Le prestazioni che ci interessano sono quelle in lettura e dai dati ottenuti non possiamo che essere soddisfatti: circa 480 MB/s. Per soli 40 euro riuscirete a velocizzare di tanto le prestazioni del vostro hard disk e di conseguenza del proprio pc.

Hd che si connettono ad Internet per lo Streaming Video

wd my cloudCome avere sempre il proprio hard disk a portata di mano? Come poter recuperare qualsiasi file a distanza, via Internet tramite smartphone, tablet o pc? Grazie a WD My Cloud. Si tratta di un prodotto innovativo della Western Digital. E’ un hard disk da 2-3 o 4 Terabyte che si connette ad Internet tramite router attraverso la porta Ethernet.

Archiviando i vostri file su My Cloud avete la possibilità di avere il vostro archivio sempre a disposizione ma, trattandosi di un hard disk posto nella vostra casa o nel vostro ufficio, non può garantire il livello di sicurezza dei servizi esterni (ad esempio Dropbox o Google Drive) ; se ad esempio doveste subire un furto, tutti i vostri file sarebbero persi con il dispositivo. In compenso offre servizi di condivisione personalizzati davvero interessanti. Infatti, oltre alla semplice memorizzazione di file, My Cloud funge anche da centro d’intrattenimento digitale in grado di effettuare lo streaming di contenuti da qualsiasi dispositivo certificato DLNA. Potete quindi vedere i film che avete nel vostro hard disk anche a distanza.

È inoltre possibile utilizzare My Cloud per il backup del PC utilizzando la soluzione integrata di backup per Windows, WD SmartWare. Per gli utenti Mac, My Cloud è compatibile con l’utility Time Machine di Apple. My Cloud è disponibile nelle configurazioni da 2 e da 4 terabyte. E se lo spazio non vi basta ancora, potete collegare un
disco esterno al My Cloud tramite la porta USB 3.0.

L’aspetto più interessante di questo sistema è la disponibilità di app per i sistemi Android e iOS. Tramite le app è possibile accedere all’archivio e, come detto, riprodurre in streaming i contenuti multimediali. Questi ovviamente devono essere compatibili con le specifiche del device mobile.

Il sistema di gestione è semplice e ben collaudato: una volta che avrete “riempito” il vostro My Cloud con i vostri file, potete agganciare tutti i vostri device tramite il pannello di controllo che provvede a generare un codice univoco per ognuno di essi. Una volta generato il codice, non vi rimane che avviare la app sul dispositivo e inserire il codice appena creato. I codici generati devono essere validati sul dispositivo entro 48 ore.

Oltre a voi stessi, potete anche autorizzare una serie di utenti ad accedere al vostro cloud personale, scegliendo per ognuno di essi in quale cartella può guardare e quali azioni può compiere. Una volta creato l’account, dovrete seguire la stessa procedura per creare i codici univoci da trasmettere all’utente per abilitare il proprio device. Le applicazioni
dispongono anche dell’integrazione con i servizi cloud di Dropbox, Google Drive e SkyDrive. Ciò significa che
potete trasferire i file tra il vostro dispositivo cloud personale e i servizi di cloud storage.

Itek Smart Android Box per vedere film da Internet sul Televisore

itekItek ha presentato un nuovo player multimediale che si collega al televisore permettendo la visualizzazione film in alta risoluzione anche da Internet (ad esempio Youtube). Si tratta della iTek Smart Android Box . Con questo prodotto è possibile accedere alla propria posta elettronica, oppure chattare via Skype o ancora accedere al nostro social network preferito direttamente dal televisore led, senza contare i numerosi videogiochi disponibili per Android. In pratica trasformate il vostro televisore in una smart Tv. In alternativa, più economica, c’è la Smart Android Dongle, 1GB DDR3 da una cinquantina di euro che si attacca all’uscita HDMI.

Costruttivamente è un piccolo scatolotto da collegare al televisore tramite interfaccia Hdmi (ma c’è anche l’uscita composita), dotato di 4 Gb di memoria flash integrata, 1 Gb di RAM DD3, di una porta di rete Ethernet, modulo wifi per la connessione internet e di uno slot per schede di memoria Sd. Una caratteristica molto comoda di questo modello è la presenza, nella parte superiore del box, di un connettore dock per dischi Serial Ata, che permette di collegare qualsiasi hard disk semplicemente inserendolo nel suo slot, anche i modelli esterni GoFlex di Seagate.

smarttv

Il “cuore” del Smart Station Android è un processore dual core basato su architettura Cortex A9, mentre il sistema operativo è Android 4.2. Come media player questo modello supporta tranquillamente i più diffusi formati e
codec audio e video in circolazione, compresi i filmati in alta definizione fino al 1.080p. La dotazione comprende l’alimentatore esterno, i cavi di collegamento e un pratico telecomando.

Il prezzo molto interessante su Amazon è inferiore a 80 euro.