Acer Travelmate P633-M a prova di Ladri con lettore Impronte Digitali

travelmateI notebook e laptop sono i gadget elettronici preferiti dai ladri. Sono piccoli, poco ingombranti, possono essere così facilmente rubati. Uno dei laptop a prova di furto, con sistemi di antifurto propri è sicuramente l’Acer Travelmate P633-M che insieme al Fujitsu U722 rappresenta il top in questa categoria.

Si tratta di un Ultrabook con processore Intel Core i7-3632QM molto veloce, 4 Gb di Ram DDR3 e 500 Gb di hard disk con uno schermo da 13,3 pollici (1366 x 768) e, Webcam HD – Bluetooth – 3G – Fingerprint, Batteria 4 celle.

La parte della sicurezza è quella relativa al lettore di impronte digitali posto sotto la tastiera. Soltanto il proprietario potrà così accedere ai dati, a prova di bomba.

Il prezzo non è di certo il punto forza di questo Ultrabook, poco al di sotto dei 1000 euro, ma la velocità e le prestazioni sono garantite. Innanzitutto è molto robusto: il case in plastica, magnesio ed inserti in alluminio rende bene l’idea della solidità che offre. Certo qualche grammo in più peserà, ma stiamo sotto i 2 chili, quindi facilmente trasportabile.

La velocità è garantita dal Hd superATA a 7200 rpm, mentre la scheda video (hd3000) della Intel è ottima per le prestazioni in 2d, ma un pochino meno per i giochi in 3d. Ci aspettavamo qualcosa in più dal display video visto la risoluzione non altissima e la poca luminosità offerta (prova effettuata da Notebookcheck). Poca cosa in confronto ad esempio ad i Mac Air che offrono una risoluzione di 1440 x 900 .

Incredibile la durata della batteria da 88Wh che durò un incredibile 12 ore e 39 minuti (759 minuti in MobileMark 2007 Productivity).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s