I nuovi Tablet di Archos 97b come Ipad4

archos97BI francesi di Archos hanno introdotto sul sul mercato tre nuovi tablet della serie Platinum, caratterizzati da un processore a quadruplo core e da un prezzo molto economico. Per Archos, le funzionalità e il design dei nuovi modelli permetterà loro di competere direttamente con tablet quali iPad 4 di Apple e il Galaxy Tab 3 di Samsung.

Equipaggiati con la versione 4.2 di Android, i nuovi Pla-timun sono disponibili nelle versioni con display da 8,9,7 e 10,1 pollici, tutte dotate dello stesso processore quad-core con architettura Cortex A9 e frequenza di 1,6 GHz affiancato a una Gpu Mali 400 MP4. La dotazione di memoria Ram è di 2 Gbyte, tranne nel modello da 8″ in cui la memoria è di 1 Gbyte. In tutti la dotazione di memoria flash è invece di 8 Gbyte e tutti dispongono di un’interfaccia micro Usb, uno slot per schede di memoria micro Sd e un’uscita video mini Hdmi. Sono inoltre integrate le interfacce wireless Bluetooth e Wi-Fi dual band, quest’ultima capace di operare nelle bande di frequenza dei 2,4 e dei 5 GHz.

Per quanto riguarda invece la risoluzione dello schermo, il modello 80b Platinum ha un display da 8″ e 1.024 x 768 pixel e il 101 Platinum da 10,1″ e 1.280×800 pixel (questa è l’unico modello dei nuovi tre ad avere uno schermo in formato 16:19 e non 4:3).

Il 97b Platinum Hd, che è il top di gamma, ha invece uno schermo fisicamente identico a quello Retina degli iPad di più recente generazione, con una diagonale di 9,7″ e una risoluzione di ben 2.048 x 1.536 pixel, che si traduce in una densità di 264 ppi. Questo modello è inoltre l’unico ad integrare un ricevitore Gps ed è anche migliore degli altri per quanto riguarda la sezione fotografica. Se negli altri modelli la fotocamera posteriore ha una risoluzione di 2 megapixel e quella anteriore di 0,3, nel 97b Platinum Hd sono infatti entrambe modelli da 2 megapixel.

I prezzi : 160 euro per l’80b, 230 euro per il 101 platinum e 270 euro per il 97b

Advertisements

Alternative gratuite a iTunes

mediamonkeyHai notato anche tu che iTunes a volte è lento da morire? Una soluzione c’è CAMBIALO, esistono molte applicazioni disponibili sul nostro amato WEB che sono totalmente gratuite. Ovviamente offrendo la possibilità di amministrare la propria biblioteca (discoteca) di musica, trasferire i file multimediali e tanto altro.

Ecco 3 alternative gratuite a iTunes

MobileGo per iOS – Forse la migliore

Tra tutti i Programmi gratis, che abbiamo provato, Wondershare MobileGo per iOS, è stato il migliore. È quella che offre la maggior quantità di funzionalità, ha una velocità decisamente superiore ed è semplice da utilizzare.

La capacità di amministrare la propria musica, foto, video, sms, libri, ecc. diventa un gioco da ragazzi. E’ ovviamente compatibile con quasi tutti i dispositivi Apple ed è disponibile anche per MAC. Uno dei punti salienti di questo programma è il poter inviare file dal dispositivo al computer, cosa che con il normale iTunes è impossibile e ci fa odiarlo a morte :D.

Free TransPod – Un’alternativa valida se sei un Mac User

Free Transpod più che un’alternativa è una specie di copia migliorata di iTunes. Permette di trasferire qualsiasi tipo di file al vostro dispositivo Apple supportando magnificamente il Drag&Drop.
Questo programma è disponibile solo per i possessori di un MAC, vi piacerà, ne sono sicuro.

MediaMonkey – Potente ed efficace

Forse l’interfaccia non è delle migliori, ma la sua potenza è davvero formidabile, ovviamente permette di fare tutto quello che fanno i due programmi menzionati prima. Il suo punto forte è la possibilità di organizzare al meglio la vostra libreria, potrete modificare i TAG, i nomi degli artisti, le immagini di copertina e tanto altro.

Questo programma offre anche una versione GOLD, a pagamento, che sinceramente non ho testato ma che sicuramente sarà una bomba.

 

 

 

Meglio LG LA690S o Philips 42PFL5008 nel settore dei tv led da 42 pollici

tvled 42Questo televisore LG  LA690S da 42 pollici vi ricompenserà molto bene per i soldi che avete speso. È sia 3D ready che abilitato al web, viene consegnato con un Magic Remote secondario – dove per “magic” s’intende il controllo tramite movimento e voce – ed è equipaggiato con un tag NFC per rendere più semplice l’interfaccia col dispositivo mobile. Per di più è sorprendentemente ben fatto. La rifinitura in metallo dello schermo è un pezzo unico, senza giunture, mentre l’ampio supporto è eccezionale.

E allora dov’è che LG ha risparmiato? Dove non avrebbe dovuto: nella qualità dell’immagine. Questo tv led non è una buona scelta se siete fan dello sport o appassionati di film d’azione – anche attivando i settaggi più alti della modalità video TruMotion non vi avvicinerete alla nitidezza delle 1080 linee. Detto questo, se si tratta di guardare semplicemente la tv, la qualità dell’immagine è accettabile. Le prestazioni sui livelli del nero sono buone, anche se i neri non sono profondissimi, e c’è un apprezzabile dettaglio delle ombre con colori intensi. In compenso il portale Smart TV della LG è uno dei più interessanti in circolazione, con una ricca selezione di servizi internet per la tv.

La navigazione è fluida, e il Wi-Fi è integrato. Allo stesso tempo la riproduzione di file multimediali è eccellente via USB, e include tutti i codec più diffusi. Gran parte di questa compatibilità si mantiene durante lo streaming via Wi-Fi.
Le performance del 3D, qui di tipo passivo, funzionano in maniera credibile solo se siete direttamente seduti di fronte allo schermo. La tv è in grado di convertire il 2D in 3D, con risultati nella media, e c’è il DualPlay per giocare, che mostra uno schermo differente per ogni giocatore – anche questo problematico, se non siete seduti al centro della stanza. È possibile
che questo LA690V non sia la scelta giusta per i puristi, dato che la qualità dell’immagine potrebbe certamente essere
migliorata, ma l’LG merita comunque stima e rispetto per essere riuscita a concentrare tante funzioni a un prezzo generoso.

Il PHILIPS 42PFL5008 ha un design fantastico. Offre uno schermo da 42 pollici con una sottile cornice metallica e una solida qualità di fabbricazione, con in più Ambilight – la brillante aureola di colori che si diffonde sulle pareti, adattandosi a ciò che state guardando. In passato Philips ha prodotto alcune tv orribilmente complicate, ma questa volta le configurazioni sono decisamente meno intimidatorie. Il semplificato motore di visualizzazione del 42PFL5008 rende facile far apparire immagini eccellenti. A dire il vero fatica un po’ a restituire una buona risoluzione sulle immagini in movimento, rendendolo una scelta discutibile per gli amanti dello sport, anche se per contro non è afflitto da artefatti di nessun tipo. La brillantezza dei colori è alta, e così pure risultano impressionanti i livelli di nero e il dettaglio. Il 3D è del tipo passivo – Philips l’ha chiamato “Easy 3D”. Il risultato è luminoso e divertente, anche se abbiamo il sospetto che le immagini stereoscopiche siano state ammorbidite per eliminare la tipica seghettatura del 3D passivo. Ci sono due paia di occhiali in dotazione.

Potete acquistarne altre due paia per 19, 90 €. Il supporto dei file media, sia via USB che in streaming, è funzionale. È disponibile la maggior parte dei formati di file più diffusi, e il Wi-Fi è integrato. È presente un sintonizzatore HD per canali in chiaro, ma il televisore non offre molto in termini di Web Tv, se paragonato ai concorrenti. Potete avere YouTube e iConcerts, più un’ampia gamma di contenuti “per adulti”. Ma c’è ben poco supporto dai canali principali della tv. Sul fronte audio, questo Philips è aggressivo.
Due altoparlanti da 5W restituiscono un suono dignitoso, supportato da un woofer sul pannello posteriore. Dalle impostazioni dell’immagine prive di problemi al 3D semplice e a buon mercato, si tratta della cosa più simile a un affarone che potete ottenere da Philips, specialmente se avete una console o un lettore Blu-Ray connesso alla rete, e non vi infastidisce l’assenza di contenuti web che la concorrenza ha .

Generatori per produrre elettricità dove non esiste

hondageneratoreNon sempre la corrente elettrica è a nostra disposizione. Pensate ai posti impervi, dove il cavo non arriva, oppure in case dove non è stato predisposto un allaccio, oppure ai momenti di black out. In tutti questi casi per avere energia elettrica ci sono due possibilità: ricorrere ai pannelli fotovoltaici, oppure ai generatori di corrente. Nel primo caso però abbiamo bisogno di insolazione, possono funzionare solo di giorno con il sole. Vediamo quindi come possiamo ottenere energia tramite la seconda opzione.

Cosa sono i generatori di corrente:
piccoli motori alimentari a benzina, gpl o nafta che producono energia elettrica tramite una combustione. Semplice il concetto, no? Li avete sicuramente visti vicino a delle bancarelle, nei mercatini notturni, quando c’è bisogno di luce elettrica per illuminare i banchetti. Probabilmente li avrete riconosciuti dal rumore che fanno, non sono infatti particolarmente silenziosi.

Costano poco. Partono da 200 euro, ma il prezzo sale ovviamente per quelli di potenza molto elevata. Alcuni sono dotati di circuiteria inverter per trasformare la corrente da continua ad alternata. La corrente continua va bene per una lpampadina, per apparecchi elettrici molto semplici, quella alternata serve per alimentare televisori, pc, tablet ecc.

La marca più utilizzata nel campo dei generatori di corrente è sicuramente Honda. I suoi motori sono affidabili proprio come quelli delle moto. C’è un vasto mercato anche del’ usato. L’Eu10i è il modello di entrata della casa nipponica, anche se non è proprio economico, circa 1200 euro. Ha un motore 4 tempi da 50 cc e permette di erogare anche corrente elettrica alternata con una potenza massima di 1 KVA. E’ portatile, con un rumore massimo erogato di 87 db, consumo compreso tra 0,3 e 0,6 litri al minuto. Peso di 13 kg a secco con un serbatoio da 2 litri.

Motore interno Honda EUI10
Modello GXH 50 Kg
Tipo – Cilindrata 4 tempi – 49 cc – Monociclindrico cc
Potenza max KW-CV g/m 1,32/1,8    6000
Raffreddamento aria
Valvole in testa OHV
Avviamento autoavvolgente si
Aria / choke manuale
Accensione TRANSIST.
Dispositivo antidisturbo si
Capacità serbatoio (EN 12.601 inclinicazione macchina 15°) 2.01.00 lt
Autonomia 4.42.00 h
Consumo 0.6~0.3 l/h