Telecamera per Auto car cam DR500GW Blackvue

cameracarLa Blackvue DR500GW non è una semplice dash-car ma si tratta di un prodotto ben più versatile e compatto, una telecamere che può essere installata sul prabrezza della vostra auto per effettuare delle bellissime riprese in corsa. E’ corredata di una scheda di memoria asportabile (micro sd), con capacità di 32 gb, protetta da un apposito portellino, registra filmati in full hd a 1.080p e ha sensore giroscopico, gps, microfono e altoparlante incorporati.

Inoltre, dispone di sistema wifi integrato che, con l’apposita app che si può scaricare gratuitamente, consente di gestire questa car cam mediante uno smartphone, sul quale è possibile verificare in tempo reale tanto l’inquadratura quanto i parametri di ripresa e le funzioni audio e video.

L’angolo di ripresa concesso dall’ottica è di ben 156° e la dotazione comprende il pratico supporto anulare per fissarla in plancia. Uno spezzone di biadesivo specifico, sviluppato da 3M, consente di fissare questo supporto in modo permanente alla macchina (la posizione ideale è dietro allo specchietto retrovisore interno), dalla quale la camera si potrà poi asportare grazie al dispositivo di sgancio rapido.

blackvue

La scocca, in tecnopolimero, è particolarmente robusta e reca, all’estremità opposta rispetto all’ottica, lo slot per la sd card, il tasto di attivazione per il wi-fi e la presa per l’alimentazione, che può essere a 12 o 24 V, con assorbimento massimo di 300 mA. (il cavo è in dotazione, completo di spinotto e spina per collegarla all’accendisigari). Una serie di feritoie di raffreddamento da un lato consente all’apparecchiatura di funzionare anche in condizioni termiche impegnative (il range varia da -20°C a + 70°C), dall’altro non le permette di essere completamente weatherproof e quindi non permette di utilizzarla al di fuori dell’abitacolo in condizioni estreme, inconveniente di modesta portata visto che questa Balckvue deve essere comunque collegata alla batteria della vettura per la corrente di alimentazione.

Può essere acquistata in offerta su Amazon

Come Creare una rete VPN

retevpnPer connettere un computer all’ altro abbiamo bisogno di creare una rete, se poi vogliamo che la stessa sia anche connessa ad Internet dobbiamo proteggerla anche da eventuali intrusioni. Dobbiamo insomma creare una rete privata virtuale . Si chiamano VPN le reti che si connettono ad Internet e che al loro interno hanno diversi computer collegati uno con l’altro.

Impostate una VPN semplice con Windows
Windows viene fornito con un client VPN che supporta due dei più comuni protocolli VPN: PPTP e L2TP/IPsec. Il processo di installazione è semplice. Se utilizzate Windows 8 basta digitare VPN e nel campo di ricerca selezionare Impostazioni, quindi avviare la procedura guidata VPN cliccando “Configura una connessione di rete privata virtuale (VPN)’. Potete usare questo client per collegarvi in modo sicuro ad altri computer Windows o ad altri server VPN che supportano PPTP o L2TP/IPSec. Non dovete fare altro che fornire l’indirizzo IP o il nome di dominio del server VPN a cui volete connettervi.

Se vi state col legando a una rete VPN aziendale o commerciale, chiedete all’amministratore l’indirizzo IP corretto. Se invece state usando il vostro server VPN con Windows, potete scoprire l’indirizzo IP del server digitando CMD, avviate il prompt dei comandi e infine digitate ipconfig. Questo trucco è utile se volete impostare il vostro PC come server VPN per poi collegarvi da remoto in modo sicuro e accedere ai vostri file da qualsiasi luogo.

Durante l’impostazione delle connessioni in ingresso PPTP VPN, dovete configurare il router di rete per inoltrare il traffico VPN al computer al quale volete accedere in remoto. Per farlo, accedete al pannello di controllo del router e configurate le impostazioni di port forwarding o virtual-server per inoltrare la porta 1723 all’indirizzo IP del computer cui volete accedere. Vi consigliamo di verificare che le eccezioni di accesso PPTP o VPN nelle impostazioni del firewall siano abilitate come da impostazione predefinita. Se state usando Windows 7 e dovete collegarvi a una VPN dovete accettare connessioni VPN in ingresso.

Utilizzare software per impostare un server VPN:
se volete creare una VPN tra più computer per condividere file e risorse di rete senza configurare il router o destinare un PC come server VPN. provaTe a usare un software VPN di altri sviluppatori. Comodo Unite, Gbridge e TeamViewer, per esempio, sono efficaci, affidabili e gratuiti. Un’altra opzione è LogMeln Hamachi : è gratuito fino a 5 utenti, ma se volete collegare 6 computer o più su una rete VPN in modo sicuro, vi conviene valutare l’acquisto del servizio completo.

Create il vostro router VPN personale
se avete bisogno di fornire un accesso remoto più efficace e sicuro a un’intera rete o se volete creare connessioni tra siti, vi conviene
impostare un router sulla vostra rete attraverso un server VPN e un client. Il modo più economico per impostare un router VPN dedicato è caricare un firmware che offra funzionalità di VPN. come DD-WRT ideale per un router economico di livello consumer. Potete anche comprare un router dotato di server VPN integrato come per esempio lo Zyxel Zywall Usg-20., il Cisco RV220W o il Netgear ProSecure UTM9S.

Quando scegliete un router VPN e un firmware di terze parti, assicuratevi che supportino il protocollo di rete VPN di cui i vostri dispositivi hanno bisogno. Inoltre, controllate il router VPN per verificare quanti utenti VPN simultanei supporta. Indipendentemente da come la usate, potrete cominciare a usare una rete VPN da subito. Dovrete lavorarci un po’ all’inizio, ma usare il vostro tempo per avere una VPN è il modo migliore e più semplice per rendere le vostre attività in rete più sicure.

I migliori dischi a Stato Solido SSD

ssdsamsungQuando si passa da un computer con disco fisso a uno dotato di Ssd il grosso è stato fatto. Fra le varie unità a stato solido che sono entrate in questa classifica delle migliori non si notano differenze di prestazioni nell’uso quotidiano: sono tutte incredibilmente veloci e consentono di lavorare bene senza rallentamenti. Anche se la differenza si rivela principalmente con i tool di benchmark, però, è lecito aspettarsi le prestazioni migliori per il denaro speso.

Tutte le unità Ssd della nostra Top 10 sono dotale della veloce interfaccia Sala da 6 Gbit/se impiegano rapidi moduli flash, che consentono transfer rate in lettura costantemente pari a ben 500 Mb/s. Si notano invece differenze nella qualità dei controller Ssd a livello di velocità in scrittura. Al contrario di quanto avviene in lettura, il processo di scrittura sulle memorie flash è complicato e richiede pertanto algoritmi efficienti e un polente controller. In questo caso si può contare anche su rapidi tempi di accesso ed elevati valori lops (numero delle operazioni sui file al secondo) che per la percezione di fluidità del sistema sono quasi più importanti dei rate di trasferimento elevati.

1 Gb di memoria Ssd costa ben dieci volle di più rispetto ai dischi fissi tradizionali. Per questo motivo la maggior parte degli utenti si accontenta di un modello da 128 o 256 Gb. II vincitore del test, il Samsung Ssd 840 Pro, fa parte dell’ancora rara famiglia dei modelli a 512 Gb, con un prezzo per Gb assolutamente in linea con il mercato.
Il miglior apporto di prestazioni per ogni euro speso è offerto dall’Ssd 330 Intel da 60 Gb: spazio quanto basta solo per Windows e peri programmi fondamentali e prestazioni che si piazzano solo al 62″ posto della classifica, a causa delle performance lops un po’ limitate. In ogni caso batte sonoramente qualsiasi disto fisso e i suoi rate di Irasferi-mento sono gli stessi dei migliori Ssd.

È il potente controller a determinare le buone performance del Samsung Ssd 840 Pro [sopra]. Il controller SandForce del più
economico Intel Ssd 330 (sotto) reagisce invece più lentamente.

In un computer dotato dì Ssd, il disco fisso serve solo a memorizzare i file. Per questo scopo non è necessario un rapido, rumoroso e costoso disco di fascia server. Vi diamo due consigli. Per le prestazioni Il Seagate Barracuda 7200.12 (circa 115 euro) ha il miglior rapporto prezzo/prestazioni nella Top 10 di CHIP. Il modello da 3 Tb è veloce e non troppo rumoroso
Per la silenzìosità Chi cerca un Ssd poco rumoroso dovrebbe scegliere un Western Digital RED HardDisk
(1-3 Tb, circa 70-130 euro). È il miglior hard disk della Top 10 di CHIP e con 0,4 sone si piazza sotto la soglia dell’udibile, pari a 1 sone.

Punteggio complessivo dato dalla rivista CHIP ITALIA Di maggio 2013

Classifica migliori ssd:

1 Samsung SSD 840 500 GB
2 Samsung SSD 840 PRO Stand Alone 256 GB
3 OCZ Technology VTR1-25SAT3 Vector SSD da 256 GB
4 Samsung SSD 840 250 GB
5 Plextor M5-Pro SSD Sata 6Gb/s 256Gb
6 Samsung SSD 830 (MZ-7PC256)
7 Plextor M3PX-256M3 81,7 80,8
8 Samsung SSD 830 (MZ-7PC128)
9 Kingston SSDNow KC100 SKC100S3B/240G 79,8 79.1
10 Plextor M3 PX-128M3 79.1
11 Samsung SSD830 IMZ-7PC512) 79.0
12 Corsair Neutron (CSSD-N240GB3-BK) 78.5
13 Plextor M5S PX-256M5S 77,6